Non avremmo mai voluto scrivere di te che ci lasciavi così all’improvviso, senza avvertirci, e con l’assoluta discrezione che ti ha sempre contraddistinto.

Invece lo hai fatto, ci hai lasciato questo vuoto immenso che difficilmente riusciremo a colmare, dovevamo fare ancora tanto insieme, avevamo ancora da fare e da oggi sarà tutto più difficile.

La tua sedia vuota rimarrà lì perché sia ancora testimonianza della tua presenza e ricordi a tutti cosa vuol dire dedicarsi a qualcosa con dedizione e passione.

Hai insegnato tanto alla politica della nostra città e tanto ancora dovevi insegnare.

Ci mancherai amico di tante battaglie.

Addio caro Donato!!!

Notizie correlate

Rispondi