Nei pochi mesi che sono trascorsi dalla nostra costituzione abbiamo cercato di entrare nel gioco della politica muovendo le pedine della nostra capacità di critica, di dialogo e di immaginazione di un futuro diverso, che noi giovani abbiamo il diritto/dovere di curare forse più di chiunque altro.
Lo abbiamo fatto su un terreno che garantisse sempre la verità dei fatti discussi e la lealtà delle intenzioni.
La libera manifestazione del pensiero oggi, oltre che un valore, è una realtà, legata a doppio filo alla democrazia. Se la prima viene soppressa, ostacolata o anche solo demonizzata, nell’ordine crolla, viene minacciata o funziona male la seconda.
Ciò è quanto più vero se si tratta di parole e pensieri espressi da un partito politico, le cui idee, incontrandosi o scontrandosi con quelle degli altri, consentono che la partita democratica venga giocata e che a vincere sia il bene comune.
Chi governa dovrebbe avere a cuore questa dialettica e non ostacolarla.
Dovrebbe soprattutto preoccuparsi di risolvere problemi, e non di limitarsi ad elencarli, ora attribuendoli agli umori instabili e contrastanti della gente, ora scaricando sulle precedenti amministrazioni tutte le responsabilità.
A questo punto ci chiediamo, sempre in virtù di un CONFRONTO COSTRUTTIVO, dove siano le risorse per la messa in sicurezza del canile, se non ci sono quelle per la sopravvivenza dei cani; dove sia l’Amministrazione se un Cittadino offre le proprie idee e risorse per far fronte alla crisi economica; dove sia l’Amministrazione se una forza politica tende la mano per definire una strategia comune affinché Venosa possa risultare vincente alla candidatura a Capitale della Cultura 2022; dove sia l’Amministrazione quando un piccolo commerciante chiede aiuto per superare la crisi causata dal Covid; quali siano le misure che CONCRETAMENTE l’Amministrazione intende adottare per incentivare i cittadini al rispetto delle regole anti-covid, oltre a quelle che restano impresse sulla carta.
Infine ci chiediamo quali siano i motivi per i quali l’Amministrazione assiste inerte al deterioramento dei pochi servizi rimasti, ed in alcuni casi ne decreta la morte.

Notizie correlate

Rispondi