Apprendiamo con molta amarezza la stasi delle attività di screening oncologico.

E’ inammissibile nel 2020 che 15.000 Donne siano ancora in attesa di una visita che potrebbe salvare loro la vita.
Perché sì, di VITE UMANE si tratta, quelle che stiamo cercando disperatamente di preservare dal covid-19. Ma non basta allestire Ospedali da campo (in realtà mai allestiti).
I nosocomi devono garantire la DIAGNOSI e la CURA di TUTTE le malattie.
Non ripetiamo gli errori passati.
Non mettiamo da parte i pazienti affetti da altrettante gravi patologie. Permettiamo loro di SPERARE, di avere fede nella medicina e nel sistema sanitario lucano.
Ed è proprio all’Assessore Leone che ci rivolgiamo nella speranza che questo che sarebbe dovuto essere il mese della prevenzione possa essere il mese, anche se ormai giunto al termine, della ripartenza.

Notizie correlate

Rispondi