Con la Delibera n. 482/2022 la Giunta Regionale della Basilicata ha determinato un abbassamento dei tetti di spesa per le Strutture Sanitarie Accreditate dal SSN.

Questa scelta favorisce l’aumento dei disservizi mettendo a serio rischio oltre 200.000 prestazioni sanitarie già prenotate, un ulteriore taglio di fondi alla Sanità, che avviene peraltro, in un periodo storico dove si dovrebbe investire di più e tagliare di meno.

È questo un momento cruciale per il rilancio del nostro Paese.

Le ingenti risorse disponibili nel PNRR che non abbiamo potuto utilizzare negli ultimi vent’anni, non possono andare perse per inadempienze programmatiche e scelte “scellerate” ed ingiustificabili.

Non ci sorprende che la Giunta Bardi le abbia fatte, non ci si può aspettare altro da chi, dopo tre anni di amministrazione non è stato in grado di pensare ad un Piano Sanitario Regionale e di pianificare ulteriori investimenti partendo dalle risorse strutturali ed organizzative che operano con grande difficoltà sui territori per garantire la salute dei nostri cittadini ed i servizi sanitari essenziali.

In questo ambito abbiamo assistito solo ad avvicendamenti assessorili, cambi e dimissioni dirigenziali, chiusure e promesse vane.

La totale inadeguatezza di questa Giunta è palese.

I circoli del Partito Democratico di Melfi, Lavello, Rionero, Venosa, Rapolla, Barile, Atella Ripacandida, Palazzo San Gervasio, Genzano di Lucania e Banzi, uniti da un interesse comune, continueranno a lavorare per presentare una proposta, seria, concreta e sostenibile, affinché si restituisca ai cittadini lucani la dignità ed il diritto di un servizio sanitario efficiente e facilmente accessibile a tutti.

Notizie correlate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.